LA MANCATA CORRESPONSIONE DELLA RETRIBUZIONE LEGITTIMA L’ASSENZA DEL LAVORATORE . Trib. S. Maria Capua Vetere ord. 3.12.2013

postazione vuota trubunale

Costituisce eccezione d’inadempimento ( perciò non contestabile in sede disciplinare) l’assenza reiterata del lavoratore in reazione al mancato pagamento di quattro mesi di retribuzione.

Il provvedimento, con estensore dott. Ciro Cardellicchio, Presidente della Sezione Lavoro del Tribunale di S.Maria Capua Vetere, è stato emesso all’esito di un cd. rito Fornero e riguarda il licenziamento di otto lavoratori licenziati per assenza ingiustificata reiterata. I lavoratori, senza stipendio da più di quattro mesi e privi del riconoscimento di un superiore inquadramento professionale, hanno eccepito la legittimità della loro mancata prestazione lavorativa in ossequio al principio espresso dall’art. 1460 c.c. Il GL ha accolto tale linea difensiva e, ribadendo che il rapporto lavorativo è soggetto alla disciplina del contratto a prestazioni corrispettive, ha ritenuto lecito il rifiuto di adempiere dei lavoratori stante la gravità dell’inadempimento datoriale. Il rifiuto non è stato ritenuto in contrasto con i principi di buona fede anche a fronte delle dedotte difficoltà economiche dell’imprenditore.

(Avv. Gianmarco Meglio)

Leave a reply