ILLEGITTIMA L’ESCLUSIONE DEI DIRIGENTI DALLA DISCIPLINA DEI LICENZIAMENTI COLLETTIVI – C. Giust. EU 13.2.2014, n. C-596/2012

dettaglio toga banco

Dirigenti e licenziamenti collettivi: la Corte di Giustizia redarguisce l’Italia in materia di licenziamenti collettivi

Con la sentenza 13 febbraio 2014 C-596/12, la Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha condannato l’Italia per non aver dato corretta attuazione alla Direttiva 98/59/CE concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri in materia di licenziamenti collettivi. La sentenza ha giudicato, infatti, la Legge 23 luglio 1991, n. 223 non conforme al diritto comunitario nella parte in cui esclude i dirigenti dall’ambito di applicazione della procedura prevista per i licenziamenti collettivi. Secondo la Corte, infatti, la nozione di “lavoratore” prevista dalla Direttiva 98/59/CE ha una portata comunitaria ed include anche la categoria dei dirigenti.

C. Giust. 13.2.2014, n. C-596

Leave a reply